Istanti cuneesi

Lo scorso anno ho ricevuto una proposta interessante. Illustrare con alcune mie immagini un libro edito dalla biblioteca di Cuneo. Il libro si titola Rendiconti 2017 ed in pratica è una sorta di cronaca di ciò che è capitato in città durante l’anno. A me il compito di aprire ogni mese con una mia fotografia. Il tema della serie era Cuneo Street. Attimi, istanti di vita cuneese.
Ho scelto di scattare al mattino presto, per avere scene pulite, senza troppa gente e troppo traffico. In precedenza non avevo mai fatto molte fotografie in Cuneo, non è una città molto abituata a vedere tizi aggirarsi per le stradine con una macchina fotografica al collo. Le immagini sono il frutto di un paio di uscite, durante le quali ho dovuto convivere con la diffidenza dei miei concittadini. Ne è un esempio la vecchietta che, appena notato che la stavo fotografando sotto i portici, ha ritrovato l’agilità dei giorni migliori, sgattaiolando via in fretta e furia. Non posso darle torto, pericolosissimi questi paparazzi.
L’immagine che vi presento è la mia preferita della serie. Sullo sfondo la Chiesa del Sacro Cuore di Gesù ed in primo piano una ciclista mattutina, che pedala velocemente nel vano tentativo di sfuggirmi.
Adoro Cuneo. Adoro la sua innocente bellezza.

 

 

Il piacere di andare in bicicletta è uno di quei piaceri di una volta che hanno il diritto di ritornare perché insostituibili.

Dalla sella della bicicletta vediamo il mondo in modo un po’ diverso, lo cogliamo in un certo senso dall’alto.

Muovendoci ad una velocità che ci consente di leggerlo bene, lo gustiamo nei suoi particolari e possiamo soffermarci su dettagli interessanti e suggestivi

Dino Villani

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento