,

La vita è femmina

Nel rendere un doveroso omaggio a tutte le donne, per il giorno della loro festa, tralascio ogni frase retorica.

Preferisco farlo ricordandone alcune che per mia grande fortuna, conosco o ho conosciuto….
Per ovvie ragioni, ho preferito cambiare i nomi, ma la mia stima e il mio rispetto sono autentici!

Auguri a mia madre, che mi ha messo al mondo ‘per sbaglio’, ma che mi ricorda ogni giorno con il suo immenso amore che per lei non lo sono stato affatto.

Auguri a mia sorella, che ad ogni occasione mi riempie di stima e fiducia, ricordandomi quanto sono stato fortunato a non essere figlio unico.

Auguri a Matilde, che un giorno di tanti anni fa, aiutandomi per l’ennesima volta a ‘rialzarmi’, mi ha regalato un’audiocassetta, dicendomi : ” Vali come tutti gli altri, ce la puoi fare! “

Auguri a Caterina, che a novant’anni suonati, mi ricorda sempre quanto sia bello e doveroso essere uno spirito libero fino alla fine.

Auguri a Rita, che con il suo rispetto e i suoi consigli per me sarà sempre come una sorella acquisita.

Auguri a Camilla, che per prima, mi ha insegnato quanto può essere gratificante e potente l’amore di una donna.

Auguri a Gaia, che con la sua presenza, discreta ma costante, mi sprona a non mollare, ed è un esempio di come anche i problemi più grandi, possano essere affrontati a testa alta, un passo alla volta.

Auguri a Tiziana, che dopo aver vissuto una terribile infanzia fatta di violenze, non ha ceduto, e ora è madre di una splendida bambina a cui dona tutto il suo amore.

Auguri a Dalida, che facendo la spogliarellista, è riuscita a pagare le cure, costosissime, per combattere e sconfiggere il cancro da sola. E ci è riuscita.

Auguri a Hadiya, che nonostante abbia visto da vicino gli orrori della guerra, e fa tutti i giorni i conti con il razzismo, trasmette a chiunque le stia vicino, una gioia di vivere e una carica pazzesca.

Auguri a Carlotta, che dopo anni di difficile vita coniugale, si è ricostruita una vita, e ha ritrovato l’amore con una compagna, ma lasciando al primo posto nel suo cuore i figli.

Auguri a Federica, che tutti definiscono handicappata, ma ha uno sguardo e un sorriso più intelligenti di molti normodotati.

Auguri a Giovanna, che anche nei giorni più tristi e difficili, regala sempre un sorriso ai clienti che entrano nel suo negozio.

Auguri a Silvia, che a sedici anni, ha già capito qual’e’ la sua grande passione, ha un carattere bellissimo e tutta la vita davanti.

Auguri a Fiorella, che mi ha fatto capire che con i sentimenti delle persone che ci rispettano non si deve mai scherzare.

Auguri a Eleonora, esperta in occultismo ed ex sindacalista della Fiat in pensione, che in tutto quello che fa, ci mette un’energia e una passione che sembrano quasi soprannaturali.

Auguri a Lucia, che nonostante tutti i problemi che ha, riesce sempre a trovare il tempo per dare conforto agli altri.

Auguri a Bruna, che mi ha insegnato quanto sia importante rispettare le persone che ci vogliono bene, perché significa anche rispettare noi stessi.

Auguri a Margherita che mi ha dato fiducia e incoraggiamento, quando nessuno era disposto a farlo.

Auguri a Cinzia, che nonostante tutto, resiste e combatte sforzandosi di sorridere, il suo maledetto mal di vivere.

Auguri a Elisabetta, che mi ha sempre stimato e lusingato, anche quando non lo meritavo affatto.

Auguri a Selene, che mi ha insegnato che non c’è nulla di male ad amare le piccole cose e concedersi attimi di felicità infantile.

Auguri a Patrizia, che anche se da lontano, mi ha visto crescere e che con il suo esempio mi ha insegnato che è meglio vivere la propria vita da soli, che farlo con le persone sbagliate.

Auguri a tutte le donne!

Mentre scrivevo, mi si è dipinto sul volto, un sorriso e nella testa è nata una veritiera constatazione: La vita è femmina!

 


Progetto “Impressioni urbane”  – episodio 4

“Impressioni urbane è un intreccio di immagini e parole, nel tentativo di descrivere in modo alternativo luoghi, situazioni e dettagli metropolitani”

Testo di Fulvio Giordano

Fotografia di Marco Galletto 

 

 

Essere donna è terribilmente difficile,
perché consiste soprattutto nell’aver a che fare con gli uomini.
Joseph Conrad
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento