,

L’amore è un viaggio

Progetto “Impressioni urbane”  – episodio 1

“Impressioni urbane è un intreccio di immagini e parole, nel tentativo di descrivere in modo alternativo luoghi, situazioni e dettagli metropolitani”

Testo di Fulvio Giordano

Fotografia di Marco Galletto


 

Una giornata di pioggia in una grande città, una targhetta disegnata, un uomo in bicicletta  e qualcuno che sta guardando la scena…

” Merda ! ” pensa l’uomo, aprendo un vecchio ombrello “, per una volta che ho un po’ di tempo per godermi la città, per passeggiare e basta, si mette a piovere…” Sta fermo davanti a una strana targhetta disegnata, probabilmente l’opera di un artista di strada “strano, passo di qui tutti i giorni e non ci ho mai fatto caso”. All’interno vi è disegnata l’immagine stilizzata di un bambino e una bambina con in mano dei palloncini a forma di cuore.  Mentre la pioggia sta aumentando di intensità,  sente uno strano rumore dietro alle spalle, il tempo di girarsi e si vede sfrecciare accanto un uomo in bicicletta, quasi completamente avvolto da una lunga giacca impermeabile. lo osserva per un attimo, mentre scompare tra la folla, pedalando velocemente e quasi incurante del traffico. ” Quel tipo ha davvero fretta! ” , ” non vede l’ora di andare a casa, o in qualche posticino al riparo, dove magari lo sta aspettando la moglie, o l’amante, pronta ad asciugarlo dalla pioggia e a riscaldarlo, nel corpo e nel cuore…” sospira. Dopo tanti anni, invece di renderlo una persona cinica e senza sentimenti, la sua solitudine affettiva gli fa vedere l’amore ovunque. Due ragazzi che incrociano per un attimo il loro sguardo dentro a un tram, una coppia di anziani che camminano lentamente sorreggendosi a vicenda, una bella ragazza che porta a spasso un piccolo cane e ora l’uomo in bicicletta, sotto una pioggia battente. “magari è semplicemente in ritardo per andare a lavorare, o all’appuntamento con il dentista…” Incurante delle persone, che gli passano velocemente accanto, senza quasi vederlo, ognuno preso dai propri pensieri e dalla propria fretta, il suo sguardo ricade sulla piccola targa applicata al muretto. improvvisamente sul suo volto, si accende un sorriso, ha avuto una specie di illuminazione. Riguardando bene l’immagine disegnata, si è accorto che i due bambini non sono fermi, ma sembra piuttosto, che si stiano andando incontro, per potersi finalmente abbracciare , dopo un lungo viaggio che li ha portati fino a lì. “ah, se avessi un pennarello…” subito, si stupisce di quel pensiero, un uomo della sua età che imbratta i muri… Però continua a sorridere, quella strana idea gli ha riscaldato il cuore e lo ha reso per un attimo come un bambino pieno di vitalità. Qualche giorno dopo, sotto all’immagine dei due innamorati è comparsa una piccola scritta: l’amore è un viaggio!

 

 

Se aspetti San Valentino per regalare un bacio, non ne sai nulla di baci……

Stephen Littleword

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento