,

Abbassa lo sguardo

Siamo condizionati da ciò che vediamo. Forse non lo sappiamo, ma lo siamo. Seguo sui social fotografi geniali, che hanno nel loro DNA inquadrature diverse dalla massa, che creano immagini che ispirano. La maggior parte di questi ” visionari ” della fotografia sono giapponesi, e sanno stupirmi quotidianamente con i loro lavori. Usando macchine fotografiche compatte, entrano nella scena e si inventano primi piani, dettagli ed inquadrature azzardate. Ora, la mia Nikon D800 non è proprio una fotocamera tascabile, ma recentemente ho provato ad abbassare lo sguardo, a farmi guidare dalla mia memoria visiva per elaborare in modo diverso ciò che trovo in strada. Questo è quello che ne è uscito fuori, un punto di partenza per qualcosa da approfondire in futuro.

 

Fidati di quella vocina nella tua testa che dice:

“Forse sarebbe più interessante se …”.

E allora fallo.

Duane Michals

 

 

 

2 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *